MUSEO MULTIMEDIALE
Il Museo Multimediale della Grafica nasce nel 2011, all'interno del progetto "Museo e territorio: nuovi strumenti e nuovi linguaggi" presentato nell'ambito del PIC (Progetto di iniziativa regionale "Musei di qualità al servizio dei cittadini e delle cittadine toscani"), con l'obiettivo di sviluppare la valorizzazione delle collezioni attraverso l'innovazione tecnologica e la sperimentazione di nuove metodologie educative.
Il patrimonio del Museo della Grafica si configura come una delle più importanti raccolte pubbliche di grafica contemporanea, in grado di presentare a studiosi, studenti e appassionati un panorama artistico di livello eccelso, gettando luce, attraverso la grande lezione intellettuale di figure come Sebastiano Timpanaro, Carlo Ludovico Ragghianti e Giulio Carlo Argan, sulle vicende artistiche che hanno percorso il XIX e il XX secolo.
Il Museo Multimediale della Grafica è un archivio digitale interattivo (testi, foto e video) pensato per garantire una maggiore accessibilità alla collezione, alle mostre temporanee e alle attività del Museo. Nasce, all'interno dell'Università di Pisa, dalla collaborazione del Museo della Grafica con il Laboratorio di Cultura Digitale (CISIAU) e con i due Laboratori di video e fotografia del Dipartimento di Storia delle Arti.